Cosa visitare a Sharm el Sheik: località, escursioni e itinerari

di ViaggioInValigia.it

Sharm El Sheik è una delle più rinomate località turistiche egiziane, per via del suo enorme fascino e delle tante offerte dei tour operator.

0
Vota l'articolo!
Cosa visitare a Sharm el Sheik: località, escursioni e itinerari

Sharm è situata nella parte meridionale della penisola del Sinai in un contesto naturale davvero unico. Grazie alla sua splendida barriera corallina e a una temperatura dell’acqua estremamente piacevole per le immersioni, Sharm el Sheik è diventata una meta molto importante per tutti gli appassionati di subacquea.

Qui di seguito trovate alcuni consigli su cosa vedere e quali locali visitare durante i viaggi a Sharm el Sheik e, soprattutto, alcuni consigli sulle escursioni di Sharm più interessanti!

Le località di Sharm el Sheik

  • Naama Bay: distante circa 7 km dall’aereoporto, è considerata una delle più amate località turistiche; di giorno è possibile rilassarsi nella lunga spiaggia di sabbia e la sera perdersi tra locali e negozi dove fare shopping.
  • Nabq Bay: è una nuova area turistica situata a circa 9 km da Naama Bay vicino all’area protetta di Nabq.
  • Ras Um Sid: località rinomata per le sue splendide barriere coralline.
  • Sharks Bay: considerata l’insenatura più bella di tutto il Sinai con una splendida barriera corallina.
  • Far Garden: situato a 3 km da Naama Bay è un vero e proprio paradiso per tutti gli amanti dello Snorkeling.
  • Ras Nasrani: ampie spiagge, una splendida barriera corallina e una vista mozzafiato sull’isola di Tiran.

I locali e i parchi di Sharm el Sheik

Tutti i più importanti locali destinati al divertimento e all’intrattenimento sono concentrati a Naama Bay

  • Sinai Grand Casinò
  • Black House
  • Bus Stop
  • Hard Rock Cafè
  • Music Restaurant Fanar
  • Cleo Park (nuovo parco acquatico)
  • Mille e una Notte (parco divertimenti situato a Ras Um Sid)

Escursioni Sharm el Sheik – itinerari

Monastero di Santa Caterina

Situato ai piedi del monte Sinai, a oltre 1000 metri di altitudine, il Monastero è uno dei siti più affascinanti da visitare nelle tue escursioni a Sharm. Custodito da diversi secoli da una comunità di monaci greco-ortodossi, il complesso è formato da diversi edifici costruiti in epoche differenti ed è raggiungibile attraverso una scalinata formata da oltre tremila gradini.

Di grande valore la biblioteca che ospita la più importante collezione, dopo quella del Vaticano, di manoscritti antichi. Assolutamente da visitare il Museo dove è possibile osservare icone bizantine di inestimabile valore.

Fortezza dell’isola del Faraone

L’isola del Faraone (Geziret Faroun) si trova nel golfo di Aqba a circa 300 metri dalla costa. La fortezza fu costruita nel XII secolo per proteggere i pellegrini che da Gerusalemme viaggiavano verso il Monastero di Santa Caterina, e per l’importanza che rivestiva l'area sotto l'aspetto commerciale.

La fortezza, nonostante l’importante opera di restauro a cui è stata sottoposta, mantiene ancora il suo antico fascino medievale.

Monte Sinai

Il Monte Sinai rappresenta uno dei luoghi di massima importanza religiosa per Cristiani, Ebrei e Musulmani. Questo itinerario che porta fino in vetta a circa 2300 metri lungo una strada di circa 3700 gradini detta “Il cammino di Mosè” è veramente un’esperienza unica e irripetibile.

Sulla cima del Monte è possibile godere di una vista davvero splendida.

Oasi di Feiran

L’oasi di Feiran si trova in una zona di circa 4 km circondata da palme e situata a metà strada tra il Monastero di Santa Caterina e il Golfo di Suez. Questa zona ricopre una grande importanza dal punto di vista culturale e religioso, per la presenza delle rovine di numerose chiese antiche.

Assolutamente da visitare il “Monastero delle Sette Ragazze Greche”, risalente al IV secolo.

Serabit El Khadim

Considerato uno dei più importanti siti archeologici del Sinai e uno dei più bei itinerari a Sharm, Serabit El Khadim è situato circa 40 km e est di Abu Zenima.

Il tempio, dedicato alla Dea Hathor, è situato su un altopiano a più di ottocento metri di altitudine, dal quale è possibile ammirare le rovine della “Cappella di Hathor” immersa nella roccia e di diverse lastre di pietra con antiche iscrizioni.

Accedi per votare »  in pochi secondi

Ancora nessun commento, fai il login veloce con Facebook per commentare!
cheap jordan shoescheap jordan shoescheap jordan shoescheap jordan shoescheap jordan shoescheap jordan shoescheap jordan shoescheap jordan shoescheap jordan shoessac longchamp pas chergucci outlet
Cosa ne pensi di questa pagina?